alitosi
Salute

Alito cattivo: cause e rimedi

Ci sono problematiche di salute che possono metterci molto a disagio, tra questi c’è l’alitosi. Il problema dell’alito cattivo ci mette in difficoltà sia nell’ambiente professionale che privato e capire la causa è assolutamente essenziale per poter risolvere il problema; oltre ovviamente a rivolgersi a specialisti vogliamo analizzare la problematica andando nel dettaglio cercando le possibili cause e i rimedi.

Cos’è l’alitosi e come riconoscerla

La chiamiamo alitosi o alito cattivo e va ad indicare un respiro particolarmente pesante e un odore sgradevole che viene emesso durante la respirazione; il disturbo colpisce indistintamente persone di genere, sesso ed età provocando sicuramente imbarazzo e difficoltà a rapportarsi con gli altri.

Il problema è così radicato che in alcuni soggetti può provocare l’alitofobia, cioè la paura di avere un alito pesante. Secondo alcuni dati circa il 50% della popolazione ne soffre anche se non in maniera continuativa e tra le cause più comuni c’è una igiene orale non curata al 100% ma non solo. Se diagnosticata da un professionista, l’alitosi può essere trattata in modo efficace andando ad eliminare il problema in modo definitivo.

Come capire se soffri di alitosi

Se hai un dubbio, poter valutare lo stato del tuo alito è piuttosto semplice: puoi provare a leccare l’interno del polso e aspettare che la saliva si asciughi. Una volta asciugata puoi procedere annusando e valutare l’odore; qualora fosse davvero fastidioso probabilmente si soffre di alitosi ed è il caso di rivolgersi ad un medico specialista per analizzare la problematica e risolverla.

Alitosi: quali sono le cause

Le possibili cause dietro all’alitosi sono numerose. Proviamo a fare un percorso insieme per capire quali potrebbero essere le cause dietro al tuo problema di alito cattivo.

  • Parodontite. Tra le cause che possono portare l’alito cattivo c’è la parodontite. Si tratta di una infiammazione legata alle gengive che si manifesta con il ritiro delle stesse; se ti accorgi di questo problema devi sapere che puoi rivolgerti ad un medico per sapere tutto sulla parodontite e come curarla.
  • Malattie respiratorie. Tra le cause di alito cattivo passeggero possono esserci le malattie respiratorie; chi soffre di tonsillite, bronchite o sinusite può per un periodo relativo all’infiammazione soffrire di alitosi.
  • Malattie digestive. A soffrire di alito cattivo anche chi soffre di malattie digestive tra cui il reflusso gastroesofageo.
  • Malattie sistemiche come diabete, disfunzioni epatiche o dei reni possono provocare questa problematica.

Oltre alle cause legate a malattie e patologie possiamo dire che ci sono scelte alimentari che possono aumentare la problematica: latticini, cipolla, aglio e caffè sono solo alcuni esempi ma sapevi che anche i farmaci possono provocare l’alitosi? Ci sono molte pastiglie e medicinali che possono causare alito cattivo. Oltre a ciò aggiungi la possibilità di alcune aggravanti: stress, scarsa salivazione e scarsa igiene orale possono aumentare la possibilità insieme a fumo e alcol o infezioni localizzate.

Possibili rimedi

Come puoi trattare l’alitosi? Ci sono possibili cure e rimedi. Per prima cosa ti consigliamo di rivolgerti ad un dentista o ad uno specialista, verificare se ci siano problemi di parodontite è il primo passo. Poi, in base alla diagnosi effettuata, puoi agire di conseguenza.

Il medico stesso saprà indicarti la causa della tua alitosi per poter lavorare. Devi sapere che tutto parte chiaramente da una corretta igiene orale: ricordarsi di spazzolare anche la lingua, usare filo interdentale e poi utilizzare prodotti specifici può aiutare. Prestare attenzione anche all’alimentazione e ridurre il consumo di alcol, bevande zuccherate e fumo può essere sicuramente di aiuto.

Ultimo consiglio? Cerca di programmare con cadenza regolare la pulizia dei denti dal tuo dentista di fiducia; in questo modo rimuoverai il tartaro causa di cattivo odore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.