apparecchi-acustici
Salute

Apparecchi acustici: consigli per scegliere quello adatto

Tra i cinque sensi, l’udito ha un ruolo importante nella vita di tutti i giorni. Non solo è utile nella guida, poiché ci aiuta ad avvertire segnali di pericolo ma è anche necessario per poter conversare in famiglia, ascoltare adeguatamente gli operatori a cui ci rivolgiamo ma anche è utile per guardare un film o divertirsi con la musica preferita. Quando ci si trova ad affrontare sordità o acufene, si cerca una soluzione per non sentirsi tagliati fuori dal mondo, ecco perché vogliamo parlarti di come scegliere i migliori apparecchi acustici rivolgendoti solamente a personale esperto. Oggi vogliamo svelarti come scegliere quello perfetto per te spaziando da quelli retroauricolari a quelli intrauricolari.

Come scegliere l’apparecchio acustico giusto per te

Come si sceglie l’apparecchio acustico? È necessario comprendere che come per gli occhiali da vista è necessario avere in mente che non tutte le situazioni di mancanza di udito sono uguali, e allo stesso tempo è importante mettere sulla bilancia anche la questione dello stile di vita e delle singole esigenze.

Ad aiutarti a scegliere quello giusto per te ci può pensare un audioprotesista esperto che in base al tuo problema e alle tue esigenze ti aiuta ad individuare il dispositivo più adatto. Per prima cosa devi però comprendere che questi aiuti si dividono tra retroauricolari e intrauricolari.

I retroauricolari si posizionano dietro al padiglione auricolare, e sono piccoli e discreti. Sono realizzati in tantissimi colori tra cui molti per mimetizzarsi tra i capelli. Sono i più moderni e tecnologicamente all’avanguardia, hanno un costo leggermente più alto ma sono anche dotati di connessione wireless per collegarsi a smartphone, TV e PC. Tra i vantaggi di questo prodotto troviamo la ricaricabilità, il fitting che aiuta a percepire al meglio i suoni, la connessione tramite bluetooth e la possibilità di adattarsi ad ogni tipologia di sordità. Attualmente risultano scomodi con le mascherine ma con qualche accorgimento possono essere utilizzati tranquillamente.

Gli intrauricolari sono invece prodotti realizzati su misura e prendono la forma del condotto uditivo; insomma hanno una personalizzazione unica come faremmo per le lenti da vista o per la dentiera. Per poterli realizzare serve prima un calco in pasta di silicone e da lì viene poi plasmato il prodotto. In questo caso ci troviamo davanti ad un dispositivo totalmente invisibile ed è particolarmente indicato per chi porta gli occhiali o per chi pratica attività sportiva. Tra gli svantaggi troviamo però l’essere limitato a sordità lievi, la necessità di una sostituzione più frequente delle batterie e il mancato collegamento con dispositivi tecnologici.

Meglio ricaricabili o con pile?

Oltre a queste due tipologie precedentemente citate vogliamo raccontarti la differenza tra i modelli ricaricabili e quelli con pile usa e getta. Se quelli interni e personalizzati sono realizzati solo in modalità pila, quelli retro auricolari vengono venduti sia nella versione ricaricabile che in quella con pile. Gli apparecchi ricaricabili sono la scelta più tecnologicamente avanzata, facili da gestire si agganciano ad un cavo ogni sera proprio come si fa con lo smartphone. Gli apparecchi con pila invece hanno costi maggiori, sono anche poco green e possono lasciarti a piedi in modo inaspettato.

Dove acquistare il tuo apparecchio acustico

Se vuoi un aiuto per individuare i migliori apparecchi acustici e scegliere quello più adatto a te visita il sito apparecchiacustici.online, si tratta del sito web di un’azienda che dal ’97 si affianca alle persone che soffrono di sordità e acufene, offrendo soluzioni personalizzate ed idonee per tornare a sentire in modo adeguato. Scegliere l’apparecchio acustico online può sembrare complicato, in realtà con l’aiuto degli esperti puoi trovare una soluzione adatta per te, adottando anche la prova per un mese prima di acquistare il prodotto selezionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.