Diete e Integratori

Dieta detox per disintossicare l’organismo in 7 giorni

Ci sono determinati periodi dell’anno, oppure anche delle occasioni, in cui ci si rende conto che il proprio corpo necessita di una disintossicazione.

Capita di solito dopo i grandi cenoni natalizi, nei cambi di stagione ma anche dopo un periodo di cure farmacologiche o stravizi.

Gli obiettivi sono diversi e ci sono molti benefici, però attenzione: non deve essere un regime alimentare fisso, si tratta di una settimana occasionale, che si può ripetere durante l’anno ma che possibilmente deve durare solo per quel tempo.

Dieta detox: perché farla

Fare la dieta detox significa aiutare il corpo a disintossicarsi alleggerendo il carico di organi come reni, fegato e intestino migliorandone le prestazioni, ma soprattutto si riusciranno ad incrementare i livelli di energia, favorire la digestione, oltre al fatto che aiuta a perdere qualche chilo di troppo.

Nello specifico, vi sono alcuni segnali che il nostro corpo ci invia, che ci fanno capire quando è il caso di iniziare una dieta detox.

Tra questi rientrano:

  • pelle spenta,
  • acne,
  • unghie fragili,
  • capelli fragili e spenti,
  • poca energia,
  • mal di testa,
  • gonfiore addominale.

Se i segnali ci sono tutti allora è il momento di un reset.

La prima cosa da fare a questo punto è segnare sul calendario, in quale settimana si vuol iniziare la dieta detox eliminando non solo tutti quei cibi che fanno male, ma soprattutto eventuali situazioni che potrebbero causare un cambio di rotta come cene con amici, compleanni e matrimoni.

Bisogna inoltre sottolineare che, durante i primi giorni di dieta, si potrebbero accusare dei sintomi come diarrea e mal di testa dovuti all’assenza improvvisa di alcuni cibi, ma che indicano che il processo di disintossicazione è iniziato.

Se questi problemi non dovessero andar via nel giro di 24 ore, allora sarebbe consigliabile sospendere la dieta e di contattare il medico.

Regime alimentare detox: come funziona

Una volta stabilito quindi il periodo, serve un piano alimentare e anche in questo caso sarebbe preferibile rivolgersi ad uno specialista, specie se si soffre di particolari disturbi.

In ogni caso si deve essere consapevoli che bisognerà rinunciare per un po’ ad alcuni cibi e bevande come:

  • alcol,
  • formaggi e latte vaccino,
  • zucchero e dolcificanti artificiali,
  • caffè,
  • cereali,
  • frutta secca,
  • insaccati,
  • cibi fritti.

Al contrario, andranno privilegiati:

  • frutta possibilmente come spuntino,
  • verdura, presente sia a pranzo che a cena,
  • pesce, possibilmente fresco,
  • carne magra, preferibilmente bianca,
  • legumi.
  • uova meglio se bio,
  • noci,
  • semi,
  • tè verde,
  • tisane e infusi detox,
  • acqua circa due litri al giorno.

Ovviamente sarebbe meglio non fumare e cercare di fare sport o comunque tenersi in movimento.

Esempio di dieta detox di una settimana

Si parte la mattina con acqua tiepida e succo di limone, a digiuno.

Se soffrite di problemi allo stomaco e reflusso evitate, preferite una tisana alla malva.

Si può fare colazione con una macedonia di frutta o uno yogurt magro, senza zuccheri.

A pranzo da prediligere una minestra di verdure accompagnata da un’insalata.

Bene anche il prosciutto crudo, purché sgrassato e per chi vuole anche un uovo (massimo due a settimana).

Un frutto o una tisana depurativa come spuntino.

A cena bisogna puntare sulle proteine: pesce, meglio se azzurro, cotto al vapore, accompagnato da verdure; carne, meglio bianca.

Dritte e consigli per ottenere il massimo dalla dieta detox

In linea di massima, affinché la dieta detox sia efficace e migliori la salute, cercate di fare movimento, quello che vi piace (jogging, camminata, kickboxing, bici, nuoto), purché lo facciate con regolarità.

Lo yoga è molto interessante, ci sono diverse posizioni che aiutano gli organi ad espellere le scorie; infatti, sudare è un ottimo modo per eliminare le tossine.

Cercate di assumere molti cibi crudi o di preferire cotture che non ne alterano la composizione nutritiva.

Effettuare un body brushing, ovvero detergere il corpo con una spazzola dalle setole morbide, per favorire il detox della pelle.

Infine, c’è da sottolineare che questa dieta non è adatta alle donne in gravidanza o che allattano; così come per le persone anziane; né per chi ha la pressione alta o chi è sottopeso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *