riflessologia-plantare
Salute

Riflessologia plantare: come ti aiuta a migliorare lo stile di vita

Il corpo è una macchina complessa e perfettamente collegata; secondo alcuni studi a partire dai piedi è possibile andare a ridurre o risolvere problemi dislocati semplicemente stimolando e massaggiando determinati punti. Questa tipologia di trattamento si chiama riflessologia plantare e in Italia la praticano specialisti formati che hanno intrapreso questo percorso. Tra loro c’è Giana Copetti che opera sul territorio di Treviso dal 2007 e grazie ai suoi trattamenti riesce a migliorare lo stile di vita con la riflessologia plantare.

Cos’è la riflessologia plantare

La storia della riflessologia plantare mixa Oriente e Occidente tanto che veniva praticata in passato sia nel continente europeo sia in Africa che in America. A contribuire alla diffusione ci pensa però il Dr William Fitzgerald che viene considerato a tutti gli effetti il padre delle tecniche moderne di riflessologia plantare. Oggi questa tipologia di trattamento si divide in diverse scuole di pensiero legate ai diversi territori del mondo ma tutti sono uniti dall’impiego di discipline bio-naturali per stimolare punti riflessi che sono considerati veri e propri specchi del corpo.

Spiegando la riflessologia in poche parole possiamo dire che i piedi vengono mappati e a livello plantare alcuni punti corrispondono ad organi del nostro corpo, a ghiandole o ad altre zone specifiche. Stimolandole soprattutto con digitopressioni, sfregamenti e manovre di pompaggio è possibile andare a riattivare o guarire una zona infiammata, dolorante o in difficoltà. La riflessologia fa parte delle discipline olistiche e regala numerosi benefici.

I benefici della riflessologia

Sono numerosi i benefici che puoi trarre dalla riflessologia plantare, per prima cosa rilassa ma non è certo un semplice massaggio rilassante quello che viene praticato. Attraverso questi trattamenti si riesce a recuperare equilibrio e armonia sia a livello fisico che psichico, si vanno a stimolare le difese immunitarie, si riesce a migliorare l’aspetto fisico attraverso il potenziamento di circolazione e ossigenazione. Tra i plus però c’è il miglioramento del sonno, la riduzione dell’ansia e dello stress. Alcune persone riferiscono anche di aver avuto sollievo da dolori mestruali, alla schiena o casi di stitichezza. Insomma, un buon riflessologo può diventare un ottimo supporto.

Come funzionano i punti riflessi

Il riflessologo professionista durante la prima visita ti illustrerà tutto ciò che devi sapere sui trattamenti che andrai ad affrontare; quello che vogliamo svelarti però è che ogni zona riflessa corrisponde ad un altro punto del corpo. Insomma: il massaggio che viene praticato localmente in realtà va a dare beneficio altrove. Il trattamento può andare a migliorare e agire su cuore e sistema circolatorio, fegato, intestino tenue, milza, stomaco, polmone e vie respiratorie, reni ma anche tiroide, ipofisi, testicoli e ovaie. Se vogliamo dare una mappatura semplice del piede possiamo dire che gli alluci corrispondono alla testa mentre la parte esterna sotto l’alluce è da ricollegare alla cervicale. La parte centrale del piede corrisponde agli organi interni quindi milza, stomaco, pancreas e reni mentre il tallone e l’esterno sono adatti per trattare l’intestino.

A chi rivolgersi per trattamenti di riflessologia plantare

Se stai cercando a chi rivolgerti per trattamenti di riflessologia plantare visita il sito di Giana Copetti gianaterapia.com che può aiutarti. Giana Copetti è una specialista di origine brasiliana che ora vive a Treviso dove opera come terapeuta professionista. È in attività dal 2007 in Italia e da quasi 15 anni opera come professionista specializzandosi proprio in riflessologia. Il suo percorso ti permette per prima cosa di andare a riequilibrare l’organismo attraverso una serie di trattamenti decisi dopo un’attenta analisi durante la prima visita. Tra le tipologie di trattamento, oltre alla riflessologia, sfrutta i poteri dei Sali biochimici utilizzati in omeopatia nel XIX secolo dal Dr Wilhelm Schuessler, utilizza la tecnica IMT conosciuta come acronimo di Imaging Mentale Terapeutico e offre anche un supporto nelle strategie nutrizionali grazie a professionisti nella sua rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.