Benessere

Proprietà benefiche dello Zenzero e i suoi usi

Lo zenzero è una spezia ottima e versatile in cucina, ma nota ed apprezzata anche per le sue proprietà toniche e stimolanti sull’organismo, oltre che come rimedio naturale utile in caso di nausea e di cattiva digestione.

Scopriamo quali sono i benefici e gli usi più comuni di questo prezioso alleato della nostra salute.

Che cos’è lo zenzero

Lo zenzero, in botanica Zingiber officinale, appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae ed è una pianta erbacea perenne.

Viene utilizzato sin dall’antichità nella medicina cinese come ingrediente capace di dare calore, mentre i tibetani lo impiegavano come cura per la cattiva digestione e per fluidificare il sangue.

Ad oggi, la medicina occidentale, tramite accurati studi, ha confermato le proprietà benefiche dello zenzero, in grado di contrastare disturbi come l’eccesso di glucosio nel sangue e i radicali liberi, portando ad un vero e proprio ringiovanimento del corpo.

In commercio lo zenzero si trova in polvere da radice fresca o essiccata, come estratto o, ancora, come zenzero candito, derivato dallo zucchero in esso presente.

Date le sue molteplici virtù, lo zenzero è disponibile anche come integratore sottoforma di capsule, compresse e bustine.

La radice è la parte più utile della spezia, poiché essa racchiude la maggior parte dei principi attivi più importanti, ovvero resine, mucillagini e gingeroli.

Quali sono le proprietà benefiche dello zenzero

Le proprietà benefiche dello zenzero sono molteplici, nello specifico digestive, antinfiammatorie ed antibiotiche.

Oltre a queste, allo zenzero sono riconosciute anche:

  • virtù antiemetiche, che ne fanno il rimedio naturale d’elezione contro la nausea del mattino, il mal d’auto ed il mal di mare (ha un effetto positivo anche sulle vertigini),
  • potere calmante e protettivo sullo stomaco e sull’intestino,
  • antifebbrile, stimolante per il cuore e l’apparato circolatorio ed efficace nella cura dell’osteoartrite secondo la medicina orientale,
  • afrodisiaco naturale sebbene ciò non sia ancora stato dimostrato da studi scientifici e si tratti in realtà più di una antica e diffusa credenza popolare.

Usi dello zenzero

Come abbiamo affermato, lo zenzero viene utilizzato non solo in cucina, ma anche nella medicina naturale e nella cosmesi.

Per quanto riguarda la gastronomia, gli unici limiti esistenti sono quelli dovuti ai gusti e alla fantasia di ciascuno.

Lo zenzero è ottimo per insaporire i primi (assolutamente da provare nelle minestre), i secondi sia di carne che di pesce, i contorni ed è anche un ingrediente utile per la preparazione di tanti dolci.

Esso ha infatti un sapore inconfondibile, molto rinfrescante, pungente ed appena piccante, pertanto è in grado di rendere sfiziosi e diversi dal solito anche gli alimenti più semplici.

Riguardo agli usi farmacologici oltre a quelli sopra citati dobbiamo aggiungere i seguenti, per i quali, rappresenta un rimedio eccellente:

  • dismenorrea (mestruazioni dolorose),
  • alitosi,
  • resistenza insulinica e diabete di tipo 2 (risulterebbe utile per regolare la glicemia),
  • colesterolemia (riduce il colesterolo “cattivo” ed aumenta quello “buono”).

Secondo alcuni medici lo zenzero avrebbe persino capacità curative nei confronti di alcuni tipi di tumore e riuscirebbe ad impedire la proliferazione delle cellule cancerose, ma in tal senso non vi sono, al momento, evidenze scientifiche in grado di confermare questa tesi.

Menzioniamo infine le virtù cosmetiche dello zenzero, forse meno conosciute nonostante siano decisamente notevoli soprattutto per quanto riguarda la bellezza della pelle e dei capelli.

Nello specifico si rivela utile:

  • per attenuarne la visibilità delle cicatrici; basterà passarci sopra, più volte al giorno, una fettina di radice di zenzero fresca,
  • con lo zenzero si possono preparare creme e scrub per la pulizia e la cura della pelle,
  • sui capelli ha uno spiccato effetto antiforfora, stimola la ricrescita e li schiarisce. Chi ha già i capelli tendenzialmente chiari e vuole schiarirli di più, può aggiungerlo alla camomilla e preparare impacchi, maschere ed infusi casalinghi efficaci e del tutto naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *